Area Abbonati
LoginPassword
DOI 10.1701/296.3505 
Recenti Prog Med 2007;98(10):509-517





Per visualizzare il testo completo effettuare l'accesso


L'uso della pressione tele-espiratoria nella sindrome da distress respiratorio acuto. Attuali conoscenze

Pietro Caironi, Luciano Gattinoni

RIASSUNTO: Riassunto. Nonostante il suo ampio utilizzo nel trattamento ventilatorio durante sindrome da distress respiratorio acuto, la corretta impostazione della pressione positiva tele-espiratoria (PEEP) rappresenta una problematica ancora aperta. Recentemente abbiamo osservato che l’efficacia della PEEP è strettamente correlata alla quota massima di tessuto polmonare potenzialmente reclutabile, e che tale quota è a sua volta associata alla gravità complessiva del danno polmonare. La stima del potenziale massimo di reclutamento polmonare sembra così necessaria per una corretta impostazione della PEEP: un livello alto di PEEP dovrebbe essere applicato solamente a pazienti con un’elevata reclutabilità massima polmonare. Al momento, la tomografia assiale computerizzata rappresenta la metodica più adeguata per tale stima.

PAROLE CHIAVE: Atelettasie; Sindrome da distress respiratorio acuto; Pressione positiva di fine espirazione; Scambi gassosi polmonari; TAC

Il Pensiero Scientifico Editore
Riproduzione e diritti riservati  |   ISSN online: 2038-1840